Le migliori pitture per interni

Scopri quali sono le migliori pitture per interni e come acquistare il prodotto più adeguato per dipingere le pareti della tua casa.

Una guida sulle migliori pitture per interni.
Le migliori pitture per interni
User Rating: 5 (1 votes)

 

Leggete questo articolo per scoprire quali sono le migliori pitture per interni, come scegliere la pittura perfetta per la tua casa, gli errori da evitare. Oggi esistono diversi tipi di pitture per interni sul mercato, con composizioni differenti, che le rendono adatte all’applicazione in un ambiente piuttosto che un altro. Nella guida trovi tutto ciò che devi sapere prima di acquistare il prodotto che fa al tuo caso, visto che ad ogni esigenza corrisponde un tipo di pittura per interni.

 

Pitture per interni: le caratteristiche

Come abbiamo già detto, sul mercato troviamo i più svariati tipi di pittura per interni, che riescono a soddisfare le esigenze di tutti. Sono pitture che, per la loro destinazione, non hanno bisogno di essere super resistenti, visto che non sono sottoposte agli agenti atmosferici, come avviene invece per quelle per esterni.

Vedremo di seguito, però, che nelle varie tipologie di pitture per interni, le caratteristiche cambieranno molto a seconda della stanza che si dovrà andare a dipingere. Ad esempio, non verrà utilizzato lo stesso prodotto sia per il bagno che per il salotto oppure ci saranno delle pitture specifiche per le case situate in ambienti molto umidi e soggetti a muffe.

 

Una pittura per interni di color blu.

 

Pitture per interni: le tipologie

Visto che i tipi di pittura per interni presenti sul mercato sono tanti, allora è necessario scegliere quella che fa al caso vostro; la decisione incide notevolmente sul risultato finale. Non esiste il prodotto giusto in assoluto, ma quello che si avvicina maggiormente alle vostre esigenze.

Tra le più diffuse pitture usate per le pareti domestiche c’è l’idropittura, che sta man mano sostituendo la diffusissima tempera, economica e poco duratura, poiché ha lo svantaggio di sfaldarsi e non consente ad altre vernici di fissarsi sopra, deve quindi essere necessariamente rimossa prima di qualsiasi altra applicazione.

L’idropittura è un prodotto a elevate prestazioni e molto versatile, di solito viene comprata bianca e concentrata, questo significa che bisogna poi diluirla prima dell’uso e consente anche di essere colorata aggiungendo piccole dosi di pigmenti durante la diluizione. È molto semplice da usare e si presta quindi anche al fai da te. Vi sono anche idropitture già colorate, preparate con i tintometri dai colorifici.

Nella grande famiglia delle idropitture abbiamo:

 

  • La pittura traspirante: permette alle pareti di respirare, infatti viene consigliata in tutti quei locali, come il bagno, la cucina e i soffitti, in cui tendono ad esserci più vapore e umidità; purtroppo la resa cromatica non è delle migliori, anzi è nettamente inferiore a livello estetico rispetto ad altri tipi di prodotto. Ci sono prodotti di base, molto economici, con una funzione traspirante infatti minima e con poca resistenza all’abrasione, adatti soprattutto per ambienti che non hanno particolari esigenze e anche per chi tollera qualche piccolo difetto. Ci sono poi quelle di altissima qualità che invece hanno ottima resa e resistenza all’abrasione, un colore molto brillante e contengono antibatterici, idrorepellenti e agenti resistenti ad alcune muffe.

 

  • La pittura lavabile: prodotto molto diffuso, non lavabile con una spugna bagnata, ma a secco. Questo significa che è molto resistente all’abrasione, quando ad esempio si strofina per pulire delle macchie di sporco. Anche in questo caso sul mercato ci sono prodotti economici, con un bianco che tende però ad ingiallire e una scarsa resistenza oppure pitture che garantiscono elevate prestazioni, che non si rovinano anche se strofinate in maniera insistente a secco, con un ottimo punto di bianco.

 

  • La pittura super lavabile: garantisce una maggiore qualità e resistenza rispetto alla suddetta lavabile. Consente anche di provare a pulire una macchia di sporco con spugna umida, senza rischiare di rovinare la parete, evitando in ogni caso detersivi o prodotti aggressivi.

 

  • Lo smalto murale: consente di ottenere una superficie ultra resistente al lavaggio e alle abrasioni, ai graffi e agli strofinamenti sia a secco che a umido. Ha inoltre basso impatto ambientale e anche proprietà igienico sanitarie. È molto coprente e impermeabile. È disponibile sia lucido, che satinato o opaco.

 

  • La pittura acrilica: aderisce perfettamente a tutti i tipi di superficie, anche le più difficili come i metalli, il cartongesso e il legno. Si tratta di un particolare tipo di pittura per interni, a base di resine acriliche, i cui pigmenti rimangono stabili nel tempo e la pittura tende a non sporcarsi. Di grande tendenza oggi la pittura acrilica effetto lavagna, che aderisce perfettamente a qualsiasi superficie, trasformandola proprio in un supporto sulla quale si può disegnare e scrivere con il gesso.

 

  • La pittura antimuffa: è ovviamente mirata alle problematiche di condensa elevata che provoca la formazione delle fastidiose muffe. La composizione chimica di questo tipo di prodotto mantiene le pareti sempre fredde evitando così lo sbalzo termico che forma la condensa.

 

Una pittura per interni color tortora.

 

Pitture per interni: come sceglierle

Anche se avete deciso di pitturare da soli la vostra casa e siete amanti del fai da te, è sempre molto importante chiedere informazioni ad un esperto prima di decidere quale tra questi tipi di pitture adoperare. È necessario sapere qual è il prodotto più adatto alle pareti di casa vostra e se dare prima una mano di aggrappante per far aderire al meglio il prodotto.

Il punto vendita a cui rivolgersi deve essere serio; oggi si trovano pitture per interni ovunque, nei supermercati, nei magazzini di bricolage o di prodotti per l’edilizia, nelle ferramenta, negli shop online, in colorifici generici e specializzati. Il nostro consiglio è quello di rivolgersi sempre ad un colorificio specializzato nella vendita di pitture.

La scelta è molto importante per non far insorgere fastidiosi problemi, visibili nel momento in cui stai utilizzando la pittura che hai comprato. Alcuni esempi possono essere la necessità di dare infinite passate perché la pittura non copre, sprecando quindi tempo e prodotto, oppure quello che hai acquistato è di scarsa qualità e quindi lascia i segni del pennello o del rullo.

Possono sorgere altri problemi anche a lavori ultimati, ti puoi rendere conto che la pittura non risulta lavabile come invece avevi richiesto, che compaiono delle tracce di muffa poco dopo aver steso il prodotto sulle pareti. Può succedere anche che la parte pitturata rilasci colore o che addirittura quest’ultimo sbiadisca molto in fretta o diventi poco luminoso in breve tempo.

I problemi più gravi invece potrebbero essere visibili dopo molto tempo e il caso più fastidioso e diffuso è quello della pittura che si distacca completamente dal muro, sbriciolandosi letteralmente.

Ora che siete informati su tutti i problemi che potrebbero insorgere, o quasi, avrete anche capito che la scelta è fondamentale e che è necessario appoggiarsi a chi veramente è esperto e saprà consigliare anche in base ai locali che dovete tinteggiare e ad eventuali problemi da risolvere o evitare.

 

Una pittura per interni color grigio.

 

Pitture per interni: i colori più di moda

Il bianco è il colore classico, uniforme e luminoso, che la maggior parte di noi sceglie per dipingere la propria casa. Oltre a questo è ovviamente disponibile un’infinità di colori e sfumature differenti, per soddisfare ogni gusto. Oggi è sempre più di moda dare un tocco di colore, anche osando qualcosa di sgargiante, ad alcune pareti della propria abitazione. I più richiesti e in trend degli ultimi tempi sono:

 

  • Il grigio, quello che non passa mai, che dà l’idea del minimal, il più usato dagli architetti di interni negli ultimi tempi.
  • Il blu, molto chic, dona eleganza e charme ad ogni stanza, sia da solo che abbinato con il bianco.
  • Il nero, sembra forse assurdo eppure è una novità che sta piacendo molto, soprattutto dipinto con effetti molto particolari tipo il vellutato o l’opaco. Chiaramente si può valutare di dipingere le pareti degli interni di questo colore solamente se trattiamo ambienti molto ampi e ariosi.
  • Il porpora, è uno dei colori più in trend nel 2018 secondo i migliori designer di interni.
  • Il beige, uno dei più usati ormai da tempo, ma non passa mai di moda.
  • Il verde, soprattutto nella nuova sfumatura greenery di Pantone, che dona una nota di grande freschezza agli ambienti.
  • Il tortora, tinta ottenuta dal mix di grigio, blu e rosa, un colore abbastanza classico e serioso ma con quella piccola nota selvaggia che ne caratterizza la particolarità.

 

Oltre ai colori, vi sono anche tecniche di stesura differenti che riescono a rendere le pareti degli interni delle vere e proprie opere d’arte. C’è lo spugnato, realizzato proprio picchiettando con una spugna imbevuta di colore sopra ad uno strato di pittura stesa in maniera uniforme. La velatura, che prevede l’applicazione di un secondo strato di colore su un fondo uniforme, della stessa tinta o di una differente, utilizzando stracci, patole o pennelli.

Lo spatolato è una tecnica che consiste nello stendere con la spatola un secondo strato su un fondo già colorato, utilizzando un prodotto più simile allo stucco; vi è anche un’alternativa con finitura lucida, che si chiama stucco veneziano. Si possono ottenere anche degli effetti simil marmo, utilizzando vernici apposite a base di calce e poi esistono delle vere e proprie pitture decorative in commercio che permettono di creare effetti glitter, perlati, cangianti, metallizzati, anticati e molto altro.

 

Una pittura per interni color porpora.

 

Pitturare casa: a chi rivolgersi?

Come abbiamo già visto, è importante rivolgersi ai giusti professionisti, cioe’ decoratori specializzati nelle pitture per interni.

Solo tramite loro potrete capire quale soluzione è la più idonea per l’uso che dovete farne. Le domande che un vero esperto del settore fa, riguardano il luogo in cui devi tinteggiare, se ci sono problemi di umidità e muffa, di quale ambiente si tratta.

Poi, per quanto riguarda i costi, ricordatevi sempre che solo richiedendo e confrontando fra piu’ preventivi potrete essere sicuri di ottenere il miglior risultato al minor prezzo.

 

Richiedi un preventivo gratuito adesso!

OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ONLINE! Scopri come ➜
X

Richiedi Preventivi Gratuiti