Cucine bianche: idee e consigli

cucine bianche idee e consigli
Cucine bianche: idee e consigli
User Rating: 5 (1 votes)

Cucine bianche: tendenze, materiali e idee a cui ispirarsi. Le più belle cucine bianche disponibili in commercio divise per prezzi e tipologie. Soluzioni pratiche, funzionali e di qualità. Come avere il meglio risparmiando e senza mai rinunciare a stile e senso estetico. Tanti i modelli dai quali prendere spunto, capaci di andare incontro a tutti i gusti e tutte le tasche.

 

 

Cucine bianche: stili e tipologie

Tanti sono gli stili e le tipologie di cucine bianche a cui potersi ispirare in questo preciso momento. L’arredo bianco infatti è diventato ormai una tendenza incontrastata. Da diverso tempo infatti è riuscito ad imporsi sul mercato e a diventare un vero must have dei mobili destinati alla casa. Nata come soluzione prettamente suggerita per gli ambienti moderni e contemporanei, la cucina bianca ha avuto così tanto successo tra gli acquirenti che, adesso, in commercio è possibile trovare cucine bianche di diversi stili, forme e tipologie. Cucine bianche ad angolo, cucine bianche ad isola, piccole cucine prefabbricate o a pezzi componibili, c’è davvero l’imbarazzo della scelta. Tra i modelli più diffusi e apprezzati ricordiamone alcune.

cucina bianca vintage

Cucine bianche moderne: dalle forme minimal e tratti essenziali, sono cucine funzionali e ad alta tecnologia. La soluzione più consigliata a chi vuole continuare armonicamente lo stile predominante delle altre stanze. Di cucine moderne bianche tantissimi sono i modelli e molte le soluzioni in grado di soddisfare le vostre esigenze. Da quelle di grandi dimensioni a quelle salva spazio, ma anche cucine economiche, cucine di lusso e cucine formate da dei veri e propri pezzi di design.

Cucine bianche shabby chic: romantico ed elegante ma anche di tendenza e mai banale e scontato, lo stile shabby chic ha molto preso piede negli ultimi anni. Mobili, pezzi d’arredo e complementi vari sono stati progettati e messi in commercio dai designer in tutto il mondo. Per garantire continuità e rendere l’ambiente domestico uno spazio armonioso diverse sono le cucine bianche shabby chic a cui è possibile ispirarsi.

Cucine bianche rustiche: lo stile rustico è uno stile che esiste praticamente da sempre. Mentre prima le cucine bianche rustiche erano essenzialmente suggerite per le case di campagna o in montagna, adesso questo preconcetto si è superato. La cucina bianca rustica ha preso piede infatti anche nelle case di città e negli appartamenti, andando incontro a tutti i gusti e a tutte le tasche.

Cucine bianche laccate: queste cucine  sono perfette per i piccoli spazi o per gli ambienti stretti. Il loro design e la loro struttura sono in grado di dare luminosità alla stanza, facendo apparire tutto molto più grande e profondo. Sono molto consigliate anche a chi, al di là delle dimensioni, ama le camere luminose. Le cucine bianche laccate, infatti, sono in grado di trattenere e riflettere la luce, riuscendo a valorizzare e ad illuminare anche gli ambienti più cupi.

Cucine bianche con top in contrasto: una soluzione d’arredo sempre più apprezzata è quella che vede le cucine bianche abbinate a materiali contrastanti e in grado di mettere in risalto il colore bianco del mobile. Un’ottima idea per rendere l’ambiente più dinamico e meno anonimo è quella di scegliere un materiale o un colore per il top che sia in grado di imporsi con stile al bianco predominante. Nero, laminato, in acciaio inox, in marmo o granito, c’è l’imbarazzo della scelta.

 

Cucine bianche: materiali e trattamenti

Le cucine bianche possono essere realizzate con diversi tipi di materiali e, allo stesso tempo, vari e differenti sono i trattamenti con i quali è possibile lavorarle. Molto diffuse sono le cucine bianche in legno, muratura, cotto e marmo.

Le superfici delle cucine in legno, in particolare, possono essere laccate o rivestite in laminato, polimerico oppure ancora in pvc. Un tipo di materiale che invece sta prendendo piede ultimamente è il Corian, un materiale composto, duraturo nel tempo, formato da alluminio, resina e pigmenti colorati. Poi ci sono anche le cucine in vetro ceramica, molto chic ed eleganti che, se di qualità, risultano comunque forti e difficilmente rovinabili.

cucina bianca shabby chic

Qualsiasi sia il materiale da voi scelto una cucina di qualità è quella che è stata sottoposta a tutti i trattamenti superficiali necessari. Si tratta cioè di lavorazioni speciali in grado di rendere le superfici resistenti alle aggressioni chimiche e/o fisiche (che in un ambiente come la cucina possono verificarsi molto facilmente). Uno dei più noti, per esempio, è il trattamento termico ad alte temperature, capace di rendere impermeabili e stabili i materiali.

Insieme a questo, inoltre, meritano di essere citati anche i trattamenti superficiali caratterizzati dall’uso di particolari oli (diversi a seconda del materiale trattato) che puntano a rendere le superfici della cucina lisce e scorrevoli al tatto. Per farvi un’idea sul tipo di materiale che andrete ad acquistare e su come questo è stato precedentemente trattato dalla casa di produzione, fatevi consigliare da un professionista esperto, in grado di spiegarvi tutte le varie voci della scheda tecnica. Quest’ultimo, infatti, non solo sarà in grado di illustrarvi passo passo le lavorazioni a cui la cucina è stata sottoposta ma, cosa più importante, riuscirà a spiegarvi anticipatamente quali saranno le qualità e i benefici che scaturiranno dai trattamenti impartiti.

 

Cucine bianche: quali i prezzi?

Come qualsiasi altro complemento d’arredo, ad influire sul prezzo di una cucina bianca saranno prima di tutto i materiali scelti e le dimensioni di quest’ultima.

cucina bianca moderna

Più gli elementi scelti saranno pregiati e più le superfici estese e più i costi lieviteranno. In linea di massima, tuttavia, è difficile trovare in commercio una cucina cui prezzo di acquisto sia minore di 600 euro (e comunque in questo caso si tratta sempre di cucine di dimensioni ridotte). Da queste cifre, ovviamente, vanno escluse i costi della manodopera. Vero è che spesso sono gli stessi rivenditori a garantire (incluso nel prezzo) il montaggio e l’assemblaggio dei mobili. Se così non fosse, tuttavia, la spesa media in questi casi va (in media) dai 20 ai 30 euro all’ora.

 

Cucine bianche: come poter risparmiare?

Prima di acquistare la vostra cucina bianca, per essere sicuri di aver scelto il meglio (al prezzo più conveniente), mettete a confronto il preventivo che vi è stato fornito con le offerte degli altri rivenditori. Richiedere più preventivi, infatti, potrebbe essere utile per analizzare le varie voci di spesa e per individuare chi, a parità di costi, è in grado di garantirvi il servizio migliore.

Potrebbe capitare, per esempio, che chi vi ha assicurato il prezzo più basso in realtà lo ha fatto senza includere nella spesa alcune prestazioni come il montaggio. Quello che succede, dunque, è che voi siete convinti di risparmiare mentre invece, considerando i costi aggiuntivi della manodopera, vi ritroverete poi a spendere di più di quanto avevate immaginato.

Allo stesso tempo, inoltre, ci può essere chi, con un piccolo sovrapprezzo, include nel preventivo finale il trasporto e l’assemblaggio dei mobili (facendovi quindi risparmiare sulla spesa finale). State attenti dunque a valutare anche queste piccole cose e, prima di arrivare alla scelta finale, fate tutte le previsioni del caso. Non dimenticatevi, in fine, delle detrazioni riconosciute a tal proposito dalla Legge di Stabilità. Se l’acquisto della vostra cucina rientra tra le azioni di ristrutturazione e recupero edilizio, infatti, potrete godere di agevolazioni fiscali che (tramite uno sconto sull’IRPEF o sull’IRES) vi permetteranno di recuperare dal 50% al 65% dei costi spesi. Piccoli accorgimenti questi che, di fatto, saranno in grado di fare la differenza fin da subito.

 

Richiedi un preventivo gratutito adesso!

OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ONLINE! Scopri come ➜
X

Richiedi Preventivi Gratuiti