Cucina con isola, design e praticità

Particolarmente elegante e pratica, l'isola in cucina permette di dare un tocco di design, ma anche di ottimizzare al meglio gli spazi. Lasciatevi tentare!

Isola
Cucina con isola, design e praticità
User Rating: 5 (19 votes)

Molto di tendenza nelle cucine spaziose, l’isola rende l’ambiente elegante e permette di ottimizzare gli spazi. Ma di quanto spazio necessita? Che tipi di isola esistono? E soprattutto quanto costa la cucina con isola?

La cucina con isola è costituita da un blocco, comprensivo di base e di piano superiore. La parte superiore può essere attrezzata per la cottura, per il lavaggio, semplicemente per aumentare il piano di lavoro o può essere utilizzata come piano di appoggio per consumare i pasti.. Esistono tantissimi modelli, per tutte le esigenze e per tutte le tasche, c’è davvero l’imbarazzo della scelta!

In una cucina chiusa per avere l‘isola occorre che la stanza sia almeno di 15 mq, questo perché, posizionandola al centro della sala, c’è bisogno di poter circolare facilmente intorno ad essa. In una cucina aperta, l’isola svolge bene la funzione di separare gli spazi tra sala e cucina, guadagnandone così in convivialità.

Isola

Le dimensioni dell’isola dipendono dalla grandezza della cucina e dalle sue funzioni.

Una piccola isola sarà di 1 m per 60 cm, cioè le dimensioni di un piano di lavoro standard. Ovviamente se vi sono annessi accessori, prenderà maggiore spazio (ad esempio le sedie).

L’isola può essere rettangolare, quadrata o può avere anche una forma irregolare.

Il piano può essere tutto dello stesso livello o creare due livelli differenti (più bassa da un lato e più alta dall’altro), questo soprattutto quando si vuole dare la funzione di bar.

Indipendentemente da ciò che preferite, è importante che l’isola sia proporzionata alla grandezza della cucina. Dovete comunque calcolare che occuperà più spazio rispetto a quello effettivo, poiché dovrete lasciare libera una striscia intorno ad essa per permettere il passaggio, inoltre se il blocco è munito di sportelli va calcolato anche lo spazio per consentire l’apertura. 

Isola

Tipi di isole

  • Il primo non è propriamente un’isola, ma trattasi di penisola.

Nel caso di una cucina più piccola, in cui lo spazio non è sufficiente per avere l’isola al centro della stanza, essa può essere libera da un lato e dall’altro attaccata al muro. Si parla in questo caso di semi-isola. Nella vita a volte bisogna sapersi accontentare! Sempre meglio che non averla affatto, no?

Essa consente di ottimizzare gli spazi e permette la circolazione, che sarebbe difficoltosa con un’isola diciamo tradizionale. In questo modo, se siete innamorati della cucina con l’isola, ma non avete la casa abbastanza grande non dovete rinunciarvi, basta trovare un compromesso! Consultate un esperto nel settore, se non siete sicuri che l’isola possa essere adeguata alla vostra cucina, così avrete il parere di un professionista ed eviterete di compiere errori. Potrà aiutarvi a studiare gli spazi disponibili e a posizionare bene tutti gli elementi.

  • Il secondo tipo è la classica isola, al centro della stanza. Nel cuore della cucina, se disponete della grandezza minima necessaria, essa donerà eleganza all’ambiente, ma anche funzionalità.

Per quanto riguarda lo stile, essa potrà essere in armonia con gli altri elementi della cucina o essere differente dal resto, per dare una sorta di stacco. Nel caso di una cucina aperta, potreste magari accordarla con la mobilia della sala. Questa decisione però dovete prenderla voi, in base al vostro gusto.

IsolaQualcuno di voi potrebbe ancora domandarsi: ‘ma a cosa serve un’isola effettivamente?’ Innanzitutto deve piacervi dal punto di vista estetico e questo penso sia scontato!

La sua funzione può essere volta ad aumentare il piano d’appoggio presente in cucina, in questo caso avrà  nella parte superiore appunto soltanto il piano di lavoro.

Per la scelta del piano potete indirizzarvi verso lo stesso tipo del resto della cucina o magari creare un distacco con un piano in acciaio inox, ad esempio. Essa sarà inoltre fornita di comparti con ante e/o cassetti, per avere maggiore spazio disponibile per riporvi pentole, Isolaelettrodomestici o altro.

Sappiamo tutti che lo spazio in cucina non basta mai, dunque questo sarebbe un aiuto non indifferente, una superficie supplementare per la preparazione dei pasti.

La seconda opzione è invece l’isola multifunzione.

In questo caso il blocco è dotato anche dei fornelli, del forno, o del lavello e, più raramente, anche del frigorifero o del congelatore, oltre al piano di appoggio.

Così potrete anche cucinare, preparare gli alimenti e volendo anche mangiare, dipende dalle funzioni scelte. Infatti, volendo, la vostra isola, se accompagnata da sedie, diventerà un vero e proprio tavolo.

Un consiglio sulla scelta del colore, se disponete di una cucina spaziosa potrete sbizzarrirvi come meglio credete, ma per una cucina più piccola orientatevi verso colori  e tinte chiare, così da dare più luminosità ed un effetto di maggiore spazio.

Ma quanto costa una cucina con l’isola?

Al giorno d’oggi in commercio ci sono tantissimi modelli e davvero di tutti i prezzi. Per prima cosa il costo varierà in base alla funzione dell’isola, se semplice piano di lavoro o multifunzione. Inoltre bisognerà tenere conto della qualità dei materiali.

Possiamo dire che il minimo prezzo è di 1500-2000 €, fino ad arrivare a cifre alte, nel caso di cucine con isola accessoriata e davvero ricca di funzioni. Bisogna tenere conto che ci sarà anche una spesa per l’installazione. Innanzitutto dovete verificare se sarà eventualmente possibile far passare i collegamenti idraulici, del gas e dell’elettricità nell’isola.

Ovviamente, qualora l’isola non sia multifunzione, ma solo un piano di lavoro con ante e cassetti, l’installazione sarà più semplice e di conseguenza meno costosa. Dovete inoltre prendere un’altra decisione che influirà sul prezzo. Ci sono due soluzioni per l’installazione: 

  • La prima è di rompere il pavimento e mettere i cavi e tutto il resto degli impianti interrati. Questa è la scelta migliore, ma ovviamente i lavori saranno maggiori.
  • La seconda opzione, più facile da mettere in pratica, è di sopraelevare, grazie ad una piattaforma, una sorta di scalino, così tubi e cavi passeranno al di sotto.

IsolaFondamentale in ogni caso è chiedere più preventivi gratuiti e senza impegno alle ditte della vostra zona, così da confrontare più offerte. Essendo le aziende in concorrenza tra loro il risparmio è assicurato! Richiedete un preventivo comprensivo di installazione, così saprete dall’inizio ciò che andrete a spendere e non incorrerete in brutte sorprese alla fine dei lavori, al giorno d’oggi la fregatura è sempre dietro l’angolo!  

NOTA: tutte le informazioni, i prezzi, i costi da noi forniti hanno carattere puramente indicativo.
Ogni prezzo è variabile per condizioni economiche, di tempistiche, di mercato e di località.

Richiedi un preventivo gratutito adesso!

OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ONLINE! Scopri come!
X

Richiedi Preventivi Gratuiti