Creare un secondo bagno in camera

Creare un secondo bagno in camera sembra un'utopia? In realtà non è un sogno poi così irraggiungibile! Basta seguire i nostri consigli e diventerà realtà!

Creare un secondo bagno in camera
Creare un secondo bagno in camera
User Rating: 4.4 (22 votes)

Creare un secondo bagno in camera è il sogno di molti e, al contrario di ciò che molti pensano, non è affatto difficile realizzarlo! Seguendo i nostri consigli e rispettando la normativa in merito, anche voi potrete avere un secondo bagno in camera, senza spendere una fortuna!

Al giorno d’oggi la vita è diventata molto frenetica e la mattina è davvero difficile conciliare le esigenze di tutti ed avere del tempo da spendere in bagno. Tutti di corsa e spesso, nelle famiglie più numerose se si ha un solo bagno, occorre mettersi in fila ed aspettare il proprio turno! Per questo è importantissimo avere un altro bagno in casa, anche uno piccolo risolverebbe molti problemi.

Creare un secondo bagno in camera può sembrare complicatissimo, ma in realtà non lo è! Basta avere una stanza non troppo piccola ed il gioco è fatto!

Creare un secondo bagno in camera

Creare un secondo bagno in camera può essere davvero utile, anche se di piccole dimensioni. A seconda dello spazio disponibile potrete decidere di mettere wc, bidet e lavandino, oppure aggiungere anche un piatto doccia, ma questo dipende appunto dalla metratura della stanza. Per un bagnetto comprensivo di wc, bidet e lavandino possono bastare anche meno di due metri quadrati, mentre se volete installare anche il piatto doccia occorreranno circa 2,5 metri quadrati.Creare un secondo bagno in camera

Creare un secondo bagno in camera, la normativa.

Per quanto riguarda la normativa vigente, un bagno in camera è consentito soltanto se si tratta di un secondo bagno. Potrete creare un secondo bagno in camera anche nel caso in cui non sia presente una finestra.

Se non vi è un’apertura verso l’esterno è necessario però dotare la stanza di un impianto di aerazione, come per qualsiasi altro bagno cieco. Esistono in commercio moltissimi modelli, potrete dunque scegliere quello che più risponde alle vostre esigenze.

Fondamentalmente ci sono due tipi di impianto di ventilazione:

  • naturale,
  • meccanica.

L‘impianto di areazione naturale utilizza il movimento naturale di convezione dell’aria. Vengono installate delle griglie di areazione, in basso per l’entrata dell’aria fredda ed in alto per l’uscita dell’aria calda.

L’impianto di areazione meccanica compie due operazioni: estrae l’aria dall’interno ed immette aria pulita dall’esterno. Viene messo in funzione con un semplice interruttore, oppure c’è la possibilità di collegarlo all’accensione della luce e farlo quindi partire insieme all’illuminazione. In commercio esistono anche dei modelli che hanno un timer, in questo caso avete la possibilità di programmare in anticipo il momento in cui far partire il ricambio dell’aria.
Sempre per rispettare la normativa vigente, occorre presentare nel comune di appartenenza una DIA (denuncia inizio attività). Questo documento deve essere firmato da un tecnico abilitato, che testimoni che andrete a creare un secondo bagno in camera rispettando tutte le norme igienico-sanitarie e di sicurezza.

Creare un secondo bagno in camera

Creare un secondo bagno in camera, alcuni consigli.

Creare un secondo bagno in camera non è complicato, basta prestare attenzione ad alcuni elementi, che assolutamente non possono mancare. Per evitare di commettere errori è bene progettare tutto il lavoro fin da subito.

Ovviamente il primo elemento da stabilire è il budget che avete a disposizione, così da scegliere materiali ed accessori che siano adeguati alle vostre tasche! Avere le idee chiare fin da subito sulla cifra da spendere è importante per fare già una prima scrematura di quei preventivi che per voi sono troppo costosi.Creare un secondo bagno in camera
Essendo il secondo bagno di piccole dimensioni, è bene optare per sanitari sospesi che occupino il minor spazio possibile. In commercio ne esistono di molti modelli e forme, dunque non avrete problemi anzi, avrete l’imbarazzo della scelta.

Anche il lavabo bisogna che sia di dimensioni ridotte rispetto a quello standard, così da liberare più spazio possibile per muoversi agevolmente. Se avete lo spazio necessario per installare anche la doccia, badate che il piatto doccia sia abbastanza piccolo da rientrare nella stanza.

Quando si decide di creare un secondo bagno in camera, la misurazione degli spazi è importantissima, poiché non disponendo di grandi metrature anche un solo centimetro può fare la differenza!
A questo punto occorre organizzare gli impianti idraulico ed elettrico. Cercate di prestare attenzione all‘illuminazione, soprattutto se si tratta di un bagno cieco. Avendo carenza di luce naturale, è bene scegliere una tonalità di luce che sia simile a quella solare e cercare di introdurre quanti più punti luce sia possibile.

Per quanto riguarda invece l’impianto idraulico, lasciate che un esperto effettui un sopralluogo per comprendere come è meglio agire. Creare un secondo bagno in cameraNel caso in cui il posto in cui vorreste creare un secondo bagno in camera sia lontano dalle tubature di scarico, non disperate, una soluzione c’è!

Esiste un particolare impianto adatto a questo genere di situazione. Esso è un apparecchio che viene installato con il wc  ed è dotato di trituratore. Questo permette di scaricare in tubi che hanno un diametro molto piccolo.

Con questo apparecchio non c’è bisogno di effettuare grandi lavori di ristrutturazione, il materiale triturato arriva ugualmente allo scarico fognario principale, dunque è una gran bella invenzione!
Un consiglio importante è di scegliere accuratamente la pittura. Se siete amanti dei colori scuri e vivaci dovrete purtroppo rinunciarvi! Se dipingerete la stanza di blu o ad esempio di rosso, questa sembrerà ancora più piccola!

Dunque mantenetevi su tonalità chiare, meglio ancora il bianco, darete così maggiore luminosità alla stanza. Optate per un’idropittura, è resistente all’umidità e previene la formazione di muffa. Cercate anche di collocare qualche bello specchio, che avrà la funzione di moltiplicare gli spazi.

Per il riscaldamento non c’è nulla di più azzeccato di un termosifone porta asciugamani, occupa poco spazio e installandolo non avrete bisogno di ulteriori elementi per appendere asciugamani ed accappatoio.

Se pensate che il vostro bagno avrà poca luce naturale e vorreste migliorare questo aspetto, potreste prendere in considerazione l’idea di non costruire le solite pareti in muratura, ma utilizzare il vetromattone, che lascia filtrare una maggiore quantità di luce.

Altra soluzione potrebbe essere di installare una porta che abbia nella parte superiore una finestra così da lasciare entrare la luce che è presente nella camera da letto. Essendo la finestra in altro la vostra privacy sarebbe al sicuro!

Creare un secondo bagno in camera
Quanto costa creare un secondo bagno in camera?

E’ molto difficile dare un costo preciso per creare un secondo bagno in camera, poiché dipende da più fattori, tra cui la grandezza della stanza, la qualità dei materiali, i lavori che intendete fare. Indicativamente possiamo dire che per creare un secondo bagno in camera non spenderete meno di 2000 €.

Di sicuro, per riuscire a risparmiare, l’unico modo è richiedere più preventivi online gratuiti e senza impegno alle aziende della vostra zona. In questa maniera potrete confrontare più offerte e scegliere quella maggiormente conveniente e che fa al caso vostro. Essendo le ditte in concorrenza tra loro, sicuramente vi faranno dei prezzi scontati e per voi il risparmio è assicurato!

NOTA: tutte le informazioni, i prezzi, i costi da noi forniti hanno carattere puramente indicativo.
Ogni prezzo è variabile per condizioni economiche, di tempistiche, di mercato e di località.

Richiedi un preventivo gratutito adesso!

OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ONLINE! Scopri come!
X

Richiedi Preventivi Gratuiti