Creare un giardino

Creare un giardino non è facile, ma con i giusti consigli puoi riuscirci anche tu che non sei esperto! E quanto costa creare un giardino? Vieni a scoprirlo!

Creare un giardino
Creare un giardino
User Rating: 4.3 (22 votes)

Creare un giardino è un’attività difficile? Assolutamente no! C’è soltanto da capire come procedere, compiendo la valutazione del terreno, di quali piante scegliere e della soluzione migliore per voi! Ed il costo non è affatto elevato!

La primavera è finalmente arrivata e, mentre le altre case sono colorate e fiorite, la vostra sembra un po’ spoglia e triste, ma niente paura, vi basterà creare un giardino! Se avete un pezzo di terra e vi è venuta voglia di vederlo verdeggiante, con un po’ d’impegno il vostro sogno diventerà realtà, anche se non avete propriamente il pollice verde! Non sarà proprio semplicissimo, ma quando vedrete il risultato capirete che ne sarà valsa la pena.

Inoltre, potrete avvalervi dell’aiuto di un buon manuale ricco di consigli e suggerimenti: a questo riguardo vi consigliamo “Enciclopedia del giardinaggio. Guida completa alle tecniche del giardinaggio” della Royal Horticultural Society.

Sarà necessario apprendere alcune nozioni di giardinaggio e analizzare alcuni fattori ed anche voi sarete in grado di creare un giardino!

Creare un giardino

La prima analisi che va fatta è la valutazione del terreno.

E’ essenziale valutare le condizioni del terreno, fare un’indagine, prima di procedere con il piano. Il terreno è fertile? E’ pronto ad ospitare delle piante?

Valutate la percentuale di argilla, sabbia e limo presenti nel terreno, deve esserci il giusto equilibrio tra questi elementi per una crescita migliore delle piante. Se il terreno è sassoso, prima di iniziare a piantare bisognerà rimuovere le pietre dal terreno e assicurarsi che esso sia adeguatamente fertilizzato. I fertilizzanti aiutano a far si che le piante abbiano le sostanze nutritive di cui hanno bisogno.

Valutazione di elementi naturali fondamentali.

Creare un giardinoLe verdure ed alcuni tipi di piante richiedono circa sei ore di sole al giorno. La posizione del vostro giardino avrebbe la giusta esposizione qualora fosse necessaria una tale quantità di raggi solari? L’esposizione al sole è uno degli elementi più importanti da considerare.

Se il vostro terreno malauguratamente non la dovesse avere, non disperate, dovete solo orientarvi su un altro genere di piante, vi sono quelle che vivono bene in ombra. L’importante è informarsi su quante ore di sole ciascuna pianta richiede.

Il giardino avrà ovviamente anche bisogno d’acqua. A tal proposito è bene informarsi sulle precipitazioni medie annue della vostra zona, per capire se poi ci sarà il rischio, in alcune zone del giardino, di avere il formarsi di pozze o se invece avrete il problema contrario, un’eccessiva siccità.

Nel secondo caso dovrete provvedere all’irrigazione in altro modo. Una possibilità potrebbe essere quella di installare un impianto di irrigazione: in commercio ne esistono di moltissimi tipi e non tutti sono necessariamente costosi come, ad esempio, i kit di irrigazione della Claber di cui molti nostri lettori sono entusiasti.

Gli altri due fattori atmosferici di cui tenere conto e che influiscono sulla buona riuscita del giardino sono vento e neve.

Valutazione del budget che si ha a disposizione.

Occorre analizzare a monte il budget che si ha realmente a disposizione per creare un giardino.

Molte persone inizialmente credono che questa sia un’operazione poco costosa, ma questo non è sempre vero, dipende dalle scelte che vengono fatte. Ricordate che oltre alla spesa iniziale, che comprende l’attrezzatura necessaria, le piante ed i prodotti, come il concime, ci sarà poi da affrontare il costo di manutenzione, come ad esempio le spese per l’irrigazione.

Se non vi sentite in grado di creare un giardino da soli, poiché troppo inesperti, il mio consiglio è di chiedere più preventivi gratuiti a ditte specializzate, così da poter decidere consapevolmente se creare o meno il giardino e qualora lo voleste, da riuscire a risparmiare

Creare un giardino

Valutazione delle piante più adatte al vostro giardino.

Per quanto concerne la scelta delle piante, innanzitutto dovete decidere tra:Creare un giardino

  • Orto.
  • Giardino di erba.
  • Giardino di fiori.

Questa valutazione non può essere fatta solo in base al vostro gusto. A questi tre tipi di giardino corrispondono diverse esigenze di manutenzione. Per intenderci, dovete controllare che il tipo di pianta sia adatta al clima del posto e dovete tenere conto che ogni pianta richiede una manutenzione diversa e specifica.

Pensate di avere abbastanza tempo nella vostra vita frenetica da dedicare al giardino? E’ bene quantificarlo per effettuare una scelta oculata. Vi sono piante che richiedono minore irrigazione ed altre che invece necessitano di più acqua ed essa ha un costo, non dimenticatelo!

Se come me non hai il pollice verde molto sviluppato, il consiglio spassionato è di orientarti verso piante forti, per iniziare bene con il giardino! Ovviamente le piante locali avranno una manutenzione minore rispetto a quelle importate, che al contrario richiedono più cura ed attenzioni. 

Nella fase di progettazione del giardino collocate le piante che avete scelto, prestando attenzione agli spazi. Considerate lo spazio di cui ogni pianta avrà bisogno una volta cresciuta e regolatevi di conseguenza.

Creare un giardino

Sostanzialmente vi sono tre fasi per creare un giardino:

  1. Dopo esservi procurati gli attrezzi indispensabili, acquistando un kit da giardino in un negozio specializzato, potete iniziare a dissodare il terreno. Dovete lavorare la terra fino a 30-40 cm al di sotto e rompere le zolle più grandi. Inoltre non dimenticate di togliere le pietre, qualora vi capitasse d’incontrarne. Se siete alle prime armi e non sapete di quali attrezzi potreste aver bisogno, vi consigliamo un set di attrezzi per giardino della tedesca Zeller: ha un ottimo rapporto fra qualità e prezzo e viene usato anche da alcuni nostri lettori giardinieri per professione.
  2. A questo punto preparate le buche e mettetevi dentro piante e semi. Poi ricoprite le buche con il terreno. Ad esso è consigliato aggiungere il concime. Ne esistono diversi tipi, quindi è bene, se non siete esperti, chiedere consiglio a qualcuno che sia più preparato in materia, poiché è davvero semplice commettere errori. Il concime va scelto in base al tipo di terreno ed al tipo di pianta, inoltre, oltre alla qualità, bisogna anche mettere la giusta quantità. Sia l’eccesso che la mancanza possono portare danni alle piante. Alcuni nostri amici giardinieri ci hanno raccomandato il concime granulare per giardini Compo e il MaxiBlu della Al.fe (quest’ultimo adatto anche per orti). Se poi desideraste rendere il vostro giardino veramente unico, potreste arricchirlo con piante e fiori rari. Su internet se ne trovano di tutti i tipi e, tanto per darvi un’idea, vi segnaliamo i semi di alcune piante rare.
  3. Infine non vi resta altro da fare che annaffiare il tutto ed il gioco è fatto!

Creare un giardino

 

Ma quanto costa creare un giardino?

Non c’è ombra di dubbio, creare un giardino farà aumentare il valore della vostra casa. Nella progettazione del giardino non potrete ignorare l’abitazione. Si tratta di un giardino a piano terra o di un tetto verde? Per ottenere un risultato ottimale il giardino deve essere studiato in relazione all’immobile, per riuscire a valorizzarlo.

Se ad esempio avete una casa in legno il giardino adatto non sarà lo stesso di una casa in mattoni. E’ difficile indicare i costi per creare un giardino, essi variano in base alla tipologia di piante che avete scelto, alle dimensioni del terreno ed alla qualità degli attrezzi che volete acquistare. Se sarete voi a buttarvi in questa impresa, la spesa sarà limitata alle piante, agli attrezzi ed alla successiva manutenzione(ad esempio il costo d’irrigazione).

Nel caso in cui invece preferiate affidarvi ad un esperto ci sarà da aggiungere il costo del progetto iniziale e della manodopera. Inoltre dovrete anche valutare se installare un impianto d’irrigazione o meno.

Mediamente un giardiniere chiede 20-30 € all’ora di manodopera, a cui dovete sommare il prezzo di semi, piante e concime. Creare un giardinoIl costo dell’impianto d’irrigazione varia in base al tipo d’impianto, alla grandezza del terreno ed alla sua forma. Possiamo dire mediamente che un impianto d’irrigazione per un giardino di 300 mq costerà circa 10 €/mq, poi più aumenteranno i metri e minore sarà il costo al mq.

Vi consiglio di chiedere più preventivi gratuiti e senza impegno a ditte della vostra zona che siano specializzate. Queste faranno un sopralluogo gratuito, qualora lo vogliate, perché è molto difficile esprimersi senza aver visto il terreno, se ha forma regolare, se vi sono ostacoli da eliminare al suo interno, etc. Essendo le aziende in concorrenza tra loro, vi basterà scegliere la migliore offerta e riuscirete a risparmiare

NOTA: tutte le informazioni, i prezzi, i costi da noi forniti hanno carattere puramente indicativo.
Ogni prezzo è variabile per condizioni economiche, di tempistiche, di mercato e di località.

Richiedi un preventivo gratutito adesso!

OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ONLINE! Scopri come!
X

Richiedi Preventivi Gratuiti