Costruire casa passiva

La casa passiva prende il calore dalle proprie risorse e non ha bisogno di altre energie per raggiungere il benessere termico....e inoltre aiuta l'ambiente!

Casa passiva
Costruire casa passiva
User Rating: 5 (12 votes)

Richiedi Preventivi Gratuiti

State pensando di costruire una casa passiva e vorreste saperne di più? Andiamo a scoprire quali sono i vantaggi legati ad essa, quanto costa una casa passiva e come risparmiare!

Casa passiva: i vantaggi

Una casa passiva è quella che assicura il benessere termico senza il consumo di energia. Il concetto della casa passiva è che il calore emanato all’interno della casa dagli esseri viventi, dagli elettrodomestici e quello che viene dall’esterno, dal sole, è sufficiente a scaldare l’abitazione, dunque si ha il benessere termico senza dover ricorrere ai tradizionali impianti di riscaldamento.

Il riscaldamento utilizzato nelle abitazioni non serve che a compensare le perdite di calore.

Esistono vari problemi legati agli impianti di riscaldamento tradizionali, primo tra tutti l’inquinamento. Infatti per riscaldare si usa energia ed è proprio questo a generarlo.

Il livello varia a seconda del tipo di energia che si utilizza, le energie rinnovabili sono sicuramente meno inquinanti rispetto alle altre, ma il solo modo di diminuire l’inquinamento è utilizzare meno energia possibile. Inoltre i radiatori spesso occupano uno spazio smisurato, producono polvere e a volte fanno anche rumore.

Ci sono sì altri sistemi come i pannelli radianti a soffitto, o a pavimento, ma perché non adottare la casa passiva così da fare qualcosa anche per l’ambiente? Altro problema è che gli impianti tradizionali non hanno una diffusione omogenea del calore, così inevitabilmente si vengono a formare zone più calde e zone più fredde all’interno della casa.

Senza contare poi quello che è il costo dell’energia, che tende sempre ad aumentare. 

L’obiettivo della casa passiva è mantenere il calore all’interno della casa. Questo è possibile attraverso due elementi basilari:

  • ISOLAMENTO. E’ abbastanza evidente che per mantenere il calore occorre isolare bene le pareti e che non ci siano perdite attraverso di esse. Ci sono dei punti particolari che solitamente sono quelli di perdita di calore che devono essere controllati e su cui l’isolamento deve essere davvero di alto livello. Anche porte e finestre non saranno sicuramente le stesse di un’abitazione tradizionale, ma si consiglia l’uso del triplo vetro di alta qualità.
  • VENTILAZIONE E SIGILLATURA. Una casa passiva deve essere ben sigillata per evitare perdite di calore. Il sistema di ventilazione è davvero un elemento fondamentale, con esso si viene a creare l’unico passaggio obbligato dell’aria. In sostanza viene trattenuto il calore dell’aria che esce per riscaldare l’aria che entra. Per questo essa è dotata di un impianto di ventilazione a ‘doppio flusso‘ (flusso in entrata e flusso in uscita passano per il sistema di ventilazione) con scambio di calore. Così si recupera più dell’ 85% del calore dell’aria che esce, per donarlo all’aria che entra.

Per maggiori informazioni al riguardo e per un’eventuale scelta dell’impianto e sempre bene prima chiedere consiglio ad un esperto e soprattutto confrontare più preventivi, per rendersi bene conto dell’effettivo costo reale e valutare quale sia la migliore offerta.

Casa passiva

Una casa passiva è ecologica poiché riesce a risparmiare molta energia. Il consumo energetico è enormemente minore rispetto a quello di una costruzione tradizionale e ciò diminuisce considerevolmente l’impatto della casa sull’ambiente.

Se una casa è costruita con materiali naturali, ma non è passiva, non è propriamente ecologica! Non sono infatti i materiali naturali a renderla tale, ma il risparmio energetico.

Le tecniche di costruzione, al contrario di ciò che molti pensano, non sono imposte, ma libere. Le uniche condizioni fondamentali sono:

  • ISOLAMENTO MOLTO RINFORZATO 
  • VENTILAZIONE MECCANICA A DOPPIO FLUSSO.

Ovviamente si tiene anche conto dell’esposizione della casa ed è preferibile una forma compatta, così da aiutare a non disperdere il calore.

Casa passiva

Casa passiva: i costi

I costi relativi alla casa passiva non sono bassi, se si prende in considerazione l’investimento iniziale. Lo studio termico, la quantità e la qualità d’isolante e degli altri materiali, l’uso di infissi specifici, aumentano il costo iniziale.

Se invece si tiene conto del risparmio sull’energia che si avrà successivamente la casa passiva non è cara! Una casa passiva consuma tra il 75% e il 90% in meno rispetto all’abitazione classica. 

Il costo d’investimento sarà ben ammortizzato, anzi, negli anni ci sarà un guadagno rispetto alla casa tradizionale.

Dal punto di vista economico poi una casa tradizionale ha sicuramente un valore immobiliare più basso,la casa passiva, nel momento in cui decideste di rivenderla, avrà un valore patrimoniale più alto. Questa differenza di valore è destinata ad aumentare proporzionalmente all’aumento del costo dell’energia.

Inoltre chiedendo preventivi gratuiti e senza impegno alle ditte della vostra zona, potrete scegliere l’offerta migliore, così riuscirete anche a risparmiare! Abbiamo la possibilità di lasciare un mondo migliore ai nostri figli…non è dunque un buon investimento la casa passiva?!

NOTA: tutte le informazioni, i prezzi, i costi da noi forniti hanno carattere puramente indicativo.
Ogni prezzo è variabile per condizioni economiche, di tempistiche, di mercato e di località.

Richiedi un preventivo gratutito adesso!

OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ONLINE! Scopri come!
X

Richiedi Preventivi Gratuiti