Come costruire un armadio a muro

Ecco tutto ciò che serve sapere per costruire un armadio a muro: materiali, attrezzi, fasi passo passo, consigli generali e controindicazioni.

come costruire un armadio a muro
Come costruire un armadio a muro
User Rating: 4.9 (1 votes)

L’armadio a muro è un tipo di mobilio che si sta diffondendo notevolmente nelle case italiane. I suoi vantaggi sono acclarati, e non solo dal punto di vista funzionale. Infatti, è in grado di conferire all’arredamento un impatto minimalista. Ecco tutto ciò che serve sapere sull’armadio a muro, con un focus sulla costruzione in modalità fai da te.

 

 

Perché costruire un armadio a muro

L’armadio a muro rappresenta una soluzione pratica ed esteticamente gradevole a specifiche esigenze di arredamento. Non stupisce, quindi, che sia una tipologia di armadio sempre più diffusa nelle case italiane. Ecco i due motivi principali per cui scegliere l’armadio a muro.

  • Ingombra poco. L’armadio a muro, come tra l’altro suggerisce il nome, si incassa all’interno della parete. Pertanto, occupa davvero poco spazio. Alcune varianti, poi, non ne occupano per nulla. Pensiamo agli armadi a muro con le ante scorrevoli.
  • E’ moderno. L’armadio a muro è l’ideale per chi intende dotare la propria abitazione di uno stile moderno, marcatamente minimal. D’altronde l’approccio minimalista gioca sull’ampiezza degli spazi, su una quantità di mobilio ridotta al massimo. L’armadio a muro contribuisce a dare una sensazione di apertura, incrementando lo spazio vitale a disposizione del singolo, rispettando i canoni di eleganza e sobrietà tipici dello stile minimal.

armadio a muro senza ante

 

 

Costruire un armadio a muro: cosa serve

Una volta deciso di adottare la soluzione dell’armadio a muro, occorre compiere un’altra scelta: costruirlo o comprarlo già assemblato. Nei prossimi paragrafi entreremo nel dettaglio di questa scelta, ma per adesso focalizziamoci sull’alternativa della costruzione, ipotizzando un armadio a muro dal costo minimo ma che rispetti i canoni di funzionalità e gradevolezza estetica. Cosa serve? In primo luogo, una certa abilità manuale, dal momento che si tratta di una attività tipica dell’artigiano più che dell’amante del fai da te.

Se parliamo di materiali, invece, occorrono:

  • Fogli di legno. Se si vuole mantenere la spesa a un livello base, si potrebbe optare per il pioppo, che costa poco ed è comunque dotato di una certa resistenza. Se proprio si intende andare al risparmio, può andare bene anche il cartongesso.
  • Foglio di truciolato. Quello laminato bianco garantisce un impatto estetico gradevole e a costo zero.
  • Viti
  • Tasselli
  • Cerniere
  • Maniglie, meglio se in acciaio inox.

Per quanto riguarda gli attrezzi invece occorre:

  • Martello
  • Avvitatore elettrico. A dir la verità se ne potrebbe pure fare a meno, e magari utilizzare il classico cacciavite, ma per risparmiare fatica è bene dotarsi di questo importante strumento.
  • Trapano
  • Sega circolare, per ritagliare i fogli di legno

 

Costruire un armadio a muro: le fasi

Sulla carta, costruire un armadio a muro non è poi così difficile. E’ necessario però possedere una certa manualità, meglio se condita dall’esperienza. Ciò è vero, sia chiaro, solo se la nicchia entro cui incassare l’armadio a muro esiste già. Altrimenti, sarà necessario procedere con un’opera muraria in piena regola, e a quel punto si andrebbe ben oltre le competenze di un tipico amante del fai da te. Se non si è esperti anche da questo punto di vista, ed è necessario creare una nicchia, il consiglio è di affidarsi a un muratore di professione.

realizzazione armadio a muro

Ad ogni modo, ecco i vari passaggi della costruzione di un armadio a muro.

  • Creazione dei murali a partire dal foglio di legno.
  • Collocazione dei murali sui lati delle spallette (che corrispondono alla rotazione delle ante).
  • Taglio su misura dei due pannelli.
  • Creazione di incavi circolari mediante trapano opportunamente accessoriato.
  • Collocazione delle cerniere negli incavi.
  • Installazione di due tavole mediante tasselli e viti con funzione di battente.
  • Inserimento dei sostegni perimetrali in legno (dopo aver scelto il numero e l’altezza delle mensole).
  • Installazione dei piani.

Se avete scelto tipologie di materiale diverse, per uniformare il tutto potreste procedere con una carteggiatura con carta vetrata. Per eliminare le imperfezioni di superficie, potete invece applicare dello stucco per il legno con una spatola. Infine, applicate un paio di mani di impregnante bianco a pennello.

Una volta compiuti questi passaggi, installate le maniglie in acciaio inox.

 

 Costruire o comprare un armadio a muro?

Come abbiamo visto, costruire un armadio a muro, almeno sulla carta, non è poi così complicato. Tuttavia, potrebbe non rappresentare la scelta più adatta, anche se in realtà la decisione spetta al singolo.

Uno dei vantaggi nel costruire in prima persona l’armadio a muro sta ovviamente nel costo. Non c’è dubbio: il risparmio è ingente. Per la tipologia presa ad esempio nel paragrafo precedente, si spendono circa 150,00 €. Se invece si acquista un armadio a muro di qualità equivalente, la spesa è almeno due volte superiore. Gli armadi a muro più grandi e più gradevoli dal punto di vista estetico, in realtà, possono costare anche 2.000,00 €.

Va detto, però, che se la nicchia va creata ex novo, il fai da te potrebbe non bastare. In questo caso, la faccenda si complica enormemente ed è consigliato affidarsi a personale specializzato.

Il consiglio, quindi, è di costruire l’armadio a muro solo se si è portati per il fai da te e la nicchia è già presente, altrimenti sarà opportuno richiedere preventivi a professionisti del settore.

 

Richiedi un preventivo gratuito adesso!

OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ONLINE! Scopri come ➜
X

Richiedi Preventivi Gratuiti