Caldaia murale o a basamento?

E’ meglio una caldaia murale o a basamento? Ecco tutto ciò che c’è da sapere sulle due varianti, e qualche strumento per scegliere al meglio.

caldaie murali o a basamento
Caldaia murale o a basamento?
User Rating: 5 (1 votes)

E’ meglio una caldaia murale o una caldaia a basamento? Rispondere non è semplice, anche perché non esiste una risposta valida in ogni caso e per tutti. Occorre fare riferimento ai pro e ai contro di ciascuna tipologia, nonché operare dei distinguo per ciò che concerne gli usi e il numero degli utilizzatori.

 

 

Caldaia murale: pro e contro

La caldaia è la protagonista degli impianti di riscaldamento nelle abitazioni civili, nei locali commerciali, negli ambienti industriali. Ne esistono di svariati tipi, sebbene le recenti normative abbiano ristretto il numero delle varianti ammesse e conformi. A prescindere dalla tipologia, il meccanismo delle caldaie è sempre lo stesso: al suo interno si realizza il passaggio di calore da un combustibile a un liquido (in assenza di ebollizione), il quale viene distribuito in un ambiente per produrre riscaldamento o acqua sanitaria.

La distinzione più importante è quella tra caldaia murale e caldaia a basamento. La prima, come si evince dal nome, viene fissata alla parete. La seconda viene installata in maniera libera.

Il vantaggio più grande della caldaia murale, rispetto alla variante a basamento, è la riduzione dell’ingombro. La caldaia a muro, essendo fissata alla parete, può essere ospitata in una nicchia, sia all’interno che all’esterno dell’abitazione. Il secondo vantaggio, che è poi un corollario del primo, è che può ridurre al minimo l’impatto estetico. A differenza di altri elettrodomestici, infatti, non ha una valenza estetica degna di tale nome, quindi vi è oggettivo interesse a “nasconderla”. Ecco, grazie alla possibilità di inserirla in una nicchia, e magari coprirla con un elegante chiusura in legno, la caldaia murale può essere nascosta.

Lo svantaggio più grande, invece, risiede nella sua ridotta capacità. Per essere fissata al muro, o essere ospitata in una nicchia, è necessario che non occupi molto spazio, e da ciò consegue una capacità minore rispetto alla variante a basamento.

 

Caldaia a basamento: pro e contro

Premesso che il principio di funzionamento e gli usi sono i medesimi, si può affermare che i vantaggi della tipologia a basamento corrispondano agli svantaggi della tipologia murale e viceversa. Infatti, non essendo ancorata al muro ma semplicemente “poggiata” sul pavimento (a mo’ di cisterna per intenderci) non ha potenzialmente limiti di grandezza. Di conseguenza, può essere anche molto più capace di una caldaia murale.

Gli svantaggi, come è intuibile, sono due. Il primo: l’ingombro è rilevante, e per tale motivo si suole dedicare alla caldaia a basamento un locale a parte. Il secondo: dal punto di vista estetico, genera un impatto non certo positivo, proprio perché è esposta e non può essere – a meno di soluzioni creative – nascosta.

 

Caldaia murale o a basamento: come scegliere

Nella stragrande maggioranza dei casi, le abitazioni ospitano una caldaia murale. Non c’è affatto da stupirsi. Le abitazioni a uso residenziale, infatti, nutrono alcune esigenze in fatto di spazio e di estetica, e da questo punto di vista la caldaia murale è l’unica in grado di offrire delle garanzie. Nella fattispecie, poi, il vantaggio della ridotta capacità passa in secondo piano, visto che il fabbisogno medio delle famiglie è totalmente alla portata di mano di questa tipologia di caldaia.

caldaia murale

Le caldaia a basamento, invece, è diffusa in ambito commerciale e industriale, ovvero in quei contesti – magari di natura produttiva – in cui il fabbisogno di acqua sanitaria e di calore è molto alto.

Dunque, scegliere è semplice. Se avete bisogno di una caldaia per la vostra casa, fate riferimento alla tipologia murale. Se invece la caldaia è funzionale alla gestione ed esecuzione di processi produttivi, o semplicemente l’utilizzo di acqua sanitaria e di riscaldamento coinvolge un gran numero di individui, preferite la tipologia a basamento.

 

Caldaia murale e a basamento: a chi rivolgersi?

Acquistare le caldaie, siano esse murali o a basamento, è molto semplice. Stiamo parlano, ovviamente, di elettrodomestici molto diffusi. I brand di riferimento sono Vaillant, Hotpoint, Ariston, Bosch. Le caldaie afferenti a questi (e ad altri marchi) possono essere acquistate nei punti vendita ufficiali e convenzioni, o addirittura su internet. In questo caso, sarà possibile risparmiare una cifra anche considerevole, ma difficilmente si potrà usufruire del consiglio di un esperto.

Per quanto riguarda l’installazione, è sempre bene fare riferimento a un tecnico esperto, sia esso un idraulico o un professionista proveniente da una ditta specializzata.

caldaia a basamento

 

Caldaia murale o a basamento: come risparmiare

Le caldaie a basamento costano di più di quelle murali, sebbene siano in grado di soddisfare un fabbisogno molto più elevato. Ad ogni modo, a prescindere dalla tipologia scelta, è bene armarsi di pazienza e comparare i vari cataloghi. Solo dopo aver visionato l’offerta di almeno un paio di rivenditori, si sarà in grado di individuare una soluzione dall’invidiabile rapporto qualità-prezzo.

Per quanto riguarda il passaggio, fondamentale, dell’installazione, l’unica arma in possesso del cliente, è il preventivo. Anche in questo caso il consiglio è di fare una analisi comparata tra le varie ipotesi di costo. Tre o quattro preventivi dovrebbero andare bene.

 

Richiedi un preventivo gratutito adesso!

OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ONLINE! Scopri come!
X

Richiedi Preventivi Gratuiti