Aquapanel: cosa sapere

Ecco cosa c’è da sapere su Aquapanel, un sistema di lavorazione a secco che dà vita a lastre di cemento rinforzato ultra-performanti.

Aquapanel delinea una gamma di prodotti della Knauf.
Aquapanel: cosa sapere
User Rating: 2.8 (2 votes)

 

Aquapanel è un sistema innovativo, che raggruppa prodotti di varia natura, in particolare le lastre di cemento rinforzato. Si caratterizza per l’adesione agli standard qualitativi più elevati in termini di resistenza meccanica, capacità di isolamento termo-acustico, modularità e personalizzazione. Ecco tutto ciò che c’è da sapere.

 

Aquapanel: cos’è

Aquapanel è un sistema di lavorazione a secco brevettato dall’azienda tedesca Knauf. Consente di creare, tra le altre cose, lastre di cemento rinforzato adatte sia agli interni che agli esterni, le quali possono vantare alcune caratteristiche molto positive.

  • Maggiore resistenza meccanica (con conseguenti garanzie dal punto di vista strutturale).
  • Maggiore resistenza all’umidità.
  • Maggiore isolamento termo-acustico.
  • Modularità (in modo da favorire soluzioni personalizzate).

Le lastre in cemento rinforzato realizzate con il sistema Aquapanel stanno andando incontro a una rapida diffusione. Non c’è da stupirsi: le caratteristiche appena descritte rispondono perfettamente alle esigenze della moderna edilizia, l’unica che consente di realizzare edifici “tecnologici”, capaci pertanto di migliorare l’esperienza abitativa e aumentare le garanzia di sicurezza.

lastre aquapanel per esterni.

 

Aquapanel: quando si usa

Le lastre di cemento rinforzato realizzate con il sistema Aquapanel si caratterizzano per la loro duttilità. Non potrebbe essere altrimenti, visti i pregi che possono vantare. In particolare, possono essere utilizzate per risanare le murature ammalorate, per far fronte ai casi di umidità più pericolosi ma anche per efficientare un edificio nel suo complesso. Ecco una panoramica esaustiva ma precisa delle possibili applicazioni.

  • Pareti di tamponamento per chiudere una struttura portante. I tempi di cantiere sono ridotti al minimo, le prestazioni al punto di vista dell’isolamento sono assicurate.
  • Le caratteristiche del sistema Aquapanel consente di aumentare il grado di efficienza energetica degli edifici e in più si prestano a qualsiasi tipo di rifinitura.
  • Le lastre in cemento rinforzato Aquapanel sono estremamente leggere, quindi possono sostituire il cartongesso per la realizzazione dei controsoffitti.
  • Pareti curve. Le lastre Aquapanel sono composte anche da fibra. Inoltre il loro spessore è minimo. Ciò le rende l’ideale per la realizzazione di strutture architettoniche dalle forme particolari.

 

Tipologie di Aquapanel

Il sistema di Aquapanel è unico, e prevede una particolare lavorazione a secco. Tuttavia, esso dà vita a elementi di varia natura.

  • Lastre di cemento rinforzato. Sottili (solo 12,5 mm), resistenti meccanicamente, anti-umidità, termoisolanti, modulari, perfette per realizzazione interne ed esterne.
  • Tyvek. E’ un telo che deve essere distribuito sull’orditura prima che vengano posate le lastre Aquapanel. Il suo scopo è di proteggere la costruzione dall’umidità e implementare ulteriormente le capacità isolanti.
  • Exterior Reinforcing Tape. E’ un nastro di armatura che si posa sui giunti per rinforzare la stuccatura.
  • Exterior Basecoat. E’ un rasante che si applica sui giunti e per realizzare una perfetta rasatura delle pareti. Si applica facilmente e si asciuga in una settimana.

Per quanto riguarda le sole lastre, si segnalano i seguenti prodotti.

  • Aquapanel lastre outdoor
  • Aquapanel lastre indoor
  • Aquapanel lastre Skylite (consente un raggio di curvatura maggiore di un metro, adatto ai progetti più moderni e dalle linee più particolari).

 

Aquapanel: come si posa

La posa, nonostante il riferimento a tecniche di produzione avanzate, non è molto complicata. Anche perché ha molti punti in comune con la posa dei pannelli in gesso rivestito mediante sistemi a secco. Questi sono i passaggi fondamentali.

aquapanel per interni.

  • Posa dell’ordatura. Si seleziona il profilo, che deve essere compatibile con l’altezza da raggiungere, con i carichi coinvolti, con l’azione del vento. Si fissa l’ordatura in base a un interesse di 60 cm.
  • Posa del Tyvek. Una volta posata l’ordatura, è necessario applicare il telo protettivo Tyvek, il quale forma una superficie impermeabile che letteralmente gira intorno ai profili. La prima fase del fissaggio, che è provvisoria, va realizzata tramite nastro biadesivo, avendo cura di esporre verso l’esterno la facciata ruvida del telo.
  • Fissaggio delle lastre. Esso viene realizzato tramite delle viti. Tra una lastra e l’altra è necessario lasciare circa 3 mm, ma solo lungo il lato verticale. Lo scopo di questo accorgimento è consentire una penetrazione più efficace dello stucco.
  • Struccatura dei giunti. Le intercapedini vanno stuccate con una singola mano di 2 o 3 mm.
  • Rasatura. Essa deve avere uno spessore di circa 7 mm e deve essere realizzata circa 12 ore dopo la stuccatura dei giunti.
  • Applicazione del rivestimento. Il prodotto migliore, in questo caso, è l’Exterior Primer Aquapanel. Prepara, infatti, a qualsiasi tipo di rivestimento: pittura, mattoni, piastrelle, pietra, alluminio, persino vetro. Se lo scopo è ottenere un effetto intonaco, è necessario che la rasatura sia frattazzata a spugna.

 

Aquapanel: quanto costa

Il sistema Aquapanel, che è praticamente un ecosistema in quanto si compone non solo delle lastre di cemento rinforzato ma anche degli altri prodotti necessari alla messa in posa, ha un pregio particolare: l’accessibilità dal punto di vista economico. I prezzi, infatti, sono piuttosto bassi. Ecco quelli di listino aggiornati al 2018.

  • Aquapanel lastre di cemento outdoor: 25,46 € a mq.
  • Aquapanel lastre di cemento indoor: 23,84 € a mq.
  • Aquapanel lastre di cemento Skylite: 22,04 € a mq.
  • Aquapanel Tyvek nastro: 169,00 € a rotolo.
  • Aquapanel Reinforcing Tape: 18,54 € a rotolo.

Aquapanel: come risparmiare

I prodotti Aquapanel si acquistano presso i rivenditori ufficiali. I prezzi sono ben poco ballerini, e in genere si attengono in maniera pedissequa al listino. Tuttavia, è possibile ugualmente risparmiare, se non nell’acquisto dei prodotti, almeno per la messa in posa.

Il consiglio, da questo punto di vista, è di chiedere il preventivo a più imprese. Una volta raccolti tre o quattro preventivi, si potrà procedere con una analisi comparata delle ipotesi di costo e individuare una offerta dal buon rapporto qualità prezzo.

 

Richiedi un preventivo gratutito adesso!

OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ONLINE! Scopri come!
X

Richiedi Preventivi Gratuiti